Flavors of the Summer

Tenuta Ippocrate

Immagina un paesaggio unico, circondato da morbide piccole luci, una location sontuosa, impreziosita da ampi giardini elegantemente allestiti, immersa nella vegetazione di alberi da frutto, filari di uve e piante aromatiche.  Immagina una cena realizzata da sei chef campani, sei portate con prodotti irpini di alta qualità e sei modelle che sfilano indossando gli abiti del prestigioso Atelier Formeri, accompagnando ogni singolo chef a presentare il proprio piatto sulle note del pianista e direttore d’orchestra Massimo Buonavita, e sai di essere come d’incanto, a Tenuta Ippocrate di Montefredane, a pochi minuti da Avellino, venerdì 22 giugno per l’evento “Flavors of the Summer”, organizzato da Angela Merolla in collaborazione con Alberto De Rogatis.

Menù:

Aperitivo di benvenuto a cura di Jamonita

Formaggi:

Pecorino di Bagnoli Irpino a latte crudo non pastorizzato aromatizzato alla vinaccia, stagionato in grotta 16 mesi
Formaggio di Bagnoli Irpino a latte crudo non pastorizzato affinato in grotta 12 mesi
Formaggio di capra di Bagnoli Irpino a latte crudo non pastorizzato stagionato in grotta 4/6 mesi
Formaggio di pecora di Bagnoli Irpino a latte crudo non pastorizzato stagionato in grotta 4 mesi

SALUMI:

Pancetta – Capicollo – Soppressata produzione artigianale

Chef Francesco Lama – Cucù Aversa CE

“Bacio di benvenuto” alla crema di formaggio irpino di capra, pomodori rossi semi-dried, gamberi scottati ed erba cipollina

Chef Ciro Campanile – Hotel Elisabetta – Lettere NA

Battuta di Fassona su patate alla vecchia maniera al profumo di dragoncello

Chef Giuseppe Sorrentino – Consultant chef

Risottino mantecato al pomodoro giallo…burrata di bufala, carpaccio di vitellina, maggiorana e agrumi, polvere di nocciole irpine e germogli di basilico

Chef resident Virgilio Sensale – Tenuta Ippocrate AV

Spuma di scapece e cappellaccio di grano Risciola ripieno di ricotta e scamorza…crema di caciocavallo podolico, polvere di menta, cips di zucchina, croccante di provolone dolce e paprica

Chef Antonio Tecchia – Il San Cristoforo – Ercolano NA

Guancia di manzo a bassa temperatura, con birra, bietolina novella e melissa

Chef Carlo Starace – La Ginestra – Vico Equense NA

Parfait agli agrumi e rosmarino, con brunoise di frutta e verdure, nuvola di lime e timo

Mastro Fornaio Domenico Fioretti – Carinaro CE

Pani da farina di grano antico Risciola: ciabattina all’olio con rosmarino, rosetta al timo, cozzetto cafone all’origano e grissini artigianali al finocchietto

Vini in abbinamento:

Cantine Vitematta - Spumante Brut Metodo Charmat da uve Asprinio
Tenuta Ippocrate – Primum – Fiano di Avellino Docg
Tenuta Ippocrate – Convivium – Irpinia Aglianico Doc
Brandy Avellino - Acquavite da distillazione di vini e invecchiato oltre 5 anni in botti di rovere – Scuola Enologica Avellino dal 1879

Ticket di partecipazione: euro 50 (vini inclusi)
Ticket menù bambini: euro 25

Per info e prenotazioni:

Tenuta Ippocrate
Via Bosco Magliano, 62D
Montefredane AV
Fisso: 0825 672232
Cell. 338 407 1814
Cell. 320 861 98 20
www.tenutaippocrate.com

Partner:

Agriturismo La Ginestra – Vico Equense NA
Bio Macelleria di Pasquale Larducci – Portici Na
Azienda agricola biologica Sole di Cajani – olio extravergine di oliva biologico “Verbìo” monocultivar Carpellese – Caggiano SA
Caseificio Fattorie Irpine Srl – Sirignano AV
Perrella Service S.R.L. – San Valentino Torio SA
Mr. Foody sas di Siricio R. & C. – Teverola CE
Gruppo Lo Conte, leader di mercato segmento farine speciali. Comunità del Grano Risciola-Irpinia (Farina di grano antico Risciola: povera di glutine, a basso indice glicemico, altamente digeribile e ricca di nutrienti) – Frigento AV
Solania Srl – Azienda di produzione e trasformazione San Marzano Dop e altre varietà  - Nocera Inferiore  SA
Jamonita - Azienda distributrice salumi e formaggi – Nocera Inferiore SA
Scuola Enologica Avellino dal 1879 – Ist. Tecnico Agrario “F. De Sanctis” AV
Cantine Vitematta - Casal di Principe CE
Atelier Formeri – Afragola NA
The Fashion Models Orefice – Casalnuovo NA

White Ice Summer, per la prima volta a Napoli i migliori maestri gelatieri d’Italia

White Ice Summer

Giovedì 21 giugno a Palazzo Caracciolo la festa del solstizio d’estate
della Città del gusto di Napoli con i Tre coni 2018 dal Gambero Rosso

Giovedì 21 giugno, a partire dalle ore 20, presso gli eleganti spazi dello storico Palazzo Caracciolo MGallery by Sofitel (via Carbonara 112 – Napoli) andrà in scena la sesta edizione di White Ice Summer a cura della Città del gusto Napoli, il network di divulgazione enogastronomica e grandi eventi del Gambero Rosso. La festa dedicata al solstizio d’estate, quest’anno si presenta in un’edizione speciale “Ice” per celebrare per la prima volta i Maestri del brivido premiati Tre Coni sulla guida Gelaterie d’Italia 2018 del Gambero Rosso.

Il premio Tre coni è assegnato, dopo una serie di valutazioni sensoriali e tecniche, a tutti quei maestri che abbracciano la filosofia della produzione d’eccellenza: dalle materie prime alle tecniche di lavorazione alle nuove frontiere in fatto di gusti. I gelatieri al pari di cuochi, pasticceri e pizzaioli studiano sempre più ingredienti e caratteristiche organolettiche, si confrontano su ricette ed ingredienti e si riuniscono in associazioni per tutelare un gelato artigianale buono e sano che tutto il mondo ci invidia. Il gelato sempre più sta diventando complice e co-primario di esperienze gastronomiche a tutto tondo ed è importante aumentare la conoscenza del pubblico e stimolare il settore.

Durante l’evento White Summer i Maestri del brivido prepareranno per l’occasione un percorso di degustazione con gelati artigianali di qualità tutti da scoprire, attraverso rivisitazioni e grandi classici che stupiranno il pubblico per la ricercatezza dei sapori e la bontà del gusto.
Attesi a Napoli Alberto Marchetti e Marco Serra dal Piemonte, Candida Pelizzoli dalla Lombardia, Antonio Mezzalira dal Veneto, Stefano Guizzetti dall’Emilia Romagna, Paolo Brunelli dalle Marche, Alberto Manassei, Dario Benelli, Dario Rossi e Veronica Fedele dal Lazio, Raffaele Del Verme e Raffaele Cuomo dalla Campania, Emilio Panzardi dalla Basilicata e tanti altri.

Tra le novità che si potranno assaporare c’è gusto caffè al cubo, caffè degli artigiani, crema libanese, e poi fichi, alloro e mandorle, al sapore di finocchietto in salsa di visciole, quello all’orzo con datteri marinati al marsala e crumble alla liquirizia, quello profumato alle stelle di ghiaccio ed ancora il pistacchio lucano salato e il gelato ai sapori di Sorrento.

La serata sarà caratterizzata da ambientazioni create dalla performer Hilde Soliani, artista dell’Olfatto e del Gusto. Non solo brivido ma anche tanta dolcezza grazie ai fragranti lievitati creati per l’occasione dal Maestro Pasticcere Salvatore Gabbiano dell’omonima pasticceria di Pompei, premiato nella guida Pasticcerie di Italia Gambero Rosso.

Le prelibatezze gelato dei migliori Maestri Gelatieri italiani saranno ulteriormente valorizzate dalle vetrine di design dell’azienda Orion, dalla tecnologia delle macchine di Cattabriga marchio storico di Iceteam 1927, dalle cialde della cinquantenaria azienda Bussy.
Il viaggio nel bianco da gustare continuerà attraverso la delicatezza di formaggi freschi e morbidi, selezionati da Paolo Amato per l’occasione, dell’Azienda casearia Aurora che da oltre 250 anni e 5 generazioni vanta una produzione casearia di eccellenza, tramandandosi i segreti e le ricette per produrre latticini di qualità.

Per brindare poi all’arrivo dei Maestri del brivido presente una selezione di grandi etichette italiane scelte dal Gambero Rosso con Cantine San Marzano che accompagneranno con i loro vini aromatici la festa dedicata al solstizio d’estate. Il bianco, protagonista della serata, non sarà soltanto da bere e da mangiare, ma sarà declinato anche in una sua forma esclusiva e sonora, tutta da ascoltare.

L’evento, infatti, sarà accompagnato dalle atmosfere musicali lunari create ad hoc dal Dj set internazionale di Lunare Project, con special guest in consolle Roberto Barone “Heart” Director di Radio YACHT, la radio svizzera dal gusto tutto italiano con sede centrale a Lucerna (Svizzera), Capri, Napoli, Londra e Sidney, media partner esclusivo degli eventi firmati Città del gusto Napoli.

Partner dell’evento Audi A&C Motors.

White Summer che si svolgerà in un edificio ricco di storia, Palazzo Caracciolo, residenza del re di Napoli Gioacchino Murat, oggi è un hotel 4 stelle lusso che accoglie i suoi ospiti con il desiderio di regalare loro un affascinante “viaggio nel tempo”. L’esperienza multisensoriale si completa con speciali allestimenti a tema e, per godere al massimo della serata ed esserne parte integrante, è consigliabile dress code bianco.

Evento su prenotazione a posti limitati

Costo ingresso:
Intero €25
Ridotto €20

White Ice Summer
Palazzo Caracciolo
Via Carbonara 112
Napoli

Per informazioni e prenotazioni:
Città del gusto Napoli
Tel.: 0813119800/13
Email: eventi.na@cittadelgusto.it, comunicazione.na@cittadelgusto.it, napoli@cittadelgusto.it

#PizzAward: ecco i numeri record del primo mese di gara

PizzAward

Primo straordinario bilancio per la terza edizione del contest internazionale #PizzAward – Oscar della Pizza, promosso da MySocialRecipe.

100 le pizze in gara che arrivano, e non soltanto dall’Italia: sono infatti tantissimi già i pizzaioli stranieri o italiani all’estero che hanno voluto registrare le loro pizze.

Dall’Australia, dalle Filippine, dalla Francia, dal Belgio, dall’Ungheria, dall’India e dallo Sri Lanka: la partecipazione internazionale si annuncia anche quest’anno importante. Così come lo è quella dei pizzaioli che da tutta Italia stanno facendo arrivare le loro ricette: dalla Sardegna e dalla calda Sicilia fino alla Liguria e al Veneto, passando per la Calabria, la Puglia, l’Abruzzo, la Toscana, l’Emilia Romagna, hanno raccolto la sfida e hanno messo le mani in pasta per creare le loro pizze da Oscar.

Come da tradizione del contest, anche il coinvolgimento femminile è molto importante: in un mondo per tradizione maschile, sono già numerose anche le pizzaiole che hanno fatto sentire la loro voce e iscritto le loro creazioni.

Dopo i numeri eccezionali dello scorso anno, la terza edizione del contest #PizzAward si annuncia altrettanto partecipata, restiamo in attesa di scoprire quali e quanti saranno i pizzaioli dall’Italia e dall’estero, che vorranno sfidarsi per stupire il mondo del web e la giuria presieduta da Anna Scafuri (giornalista Rai), e composta da Giorgio Calabrese (medico nutrizionista), Antonio Puzzi (antropologo dell’alimentazione), Patrizio Roversi (conduttore televisivo “Linea Verde”), Antonio Scuteri (responsabile di Repubblica Sapori), e Scott Wiener (foodblogger americano), coordinata da Tommaso Esposito (medico e giornalista enogastronomico).

C’è tempo fino al prossimo martedì 7 agosto 2018 per partecipare e registrare gratuitamente sul sito MySocialRecipe.com le proprie ricette di “pizze d’autore” provando ad aggiudicarsi il#PizzAward2018 e i premi per il Pizzaiolo Chef, Migliore Pizza dall’estero, Migliore Pizza Healthy, Migliore Pizza Senza Glutine e Migliore Pizza in Rosa.

Tra i 10 finalisti selezionati per la gara live sarà nominato il vincitore del #PizzAward 2018, che sarà annunciato durante il Gran Galà della “Notte degli Oscar della Pizza”previsto per il prossimo 16 ottobre, a Napoli.

A una speciale commissione, denominata Pizza Academy, costituita da un panel di esperti del settore, spetterà invece il compito di attribuire gli Oscar delle altre categorie con un sistema di punteggi che determinerà delle nomination e quindi un vincitore. Nella serata di premiazione, saranno assegnati, quindi, anche gli Oscar al Pizzaiolo Protagonista dell’Anno, alla Carriera, alla Pizza dagli Effetti Speciali e alla Migliore Pizza in Teglia.

Importanti, infine, anche le menzioni speciali attribuite dai main sponsor del contest: Molino Caputo, Ferrarelle, La Fiammante, Olitalia, Parmigiano Reggiano, Scugnizzo Napoletano, Sorì. Tra gli sponsor anche la Birra Baladin.

L’iniziativa ha il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, della Regione Campania, del Comune di Napoli, della Camera di Commercio di Napoli, dell’Associazione Italiana Sommelier, dell’Associazione Pizzaiuoli Napoletani, dell’Associazione Verace Pizza Napoletana e dell’EcoMuseo della dieta Mediterranea di Pioppi.

Sponsor tecnici sono Event Planet FoodGi-Metal e partner API (Associazione Pizzerie Italiane), la Scuola Dolce&SalatoScuola di PizzaioloSicilian School of pizzaUnione Pizzerie Storiche Napoletane “Le Centenarie”.

BUONISSIMI 2018 – La solidarietà a braccetto col gusto

BUONISSIMI 2018

Questa città ha ampiamente dimostrato, già l’anno scorso, di voler bene ad Open e a Buonissimi. Non abbiamo bisogno di stuzzicare il loro palato per ottenere una donazione, ma possiamo sicuramente coccolare tutte queste persone che da sempre ci sostengono in tutti i modi e in tutte le nostre iniziative dedicando loro una serata esclusiva in cui ci saranno tutti gli ingredienti, dal buon cibo alla buona musica.

L’anno scorso abbiamo esordito festeggiando anche un grande successo: oltre 58mila euro. Ovviamente quest’anno ci auguriamo di superare la cifra così da destinare più fondi al progetto di ricerca legato allo sviluppo della biopsia liquida per la cura dei bambini con Neuroblastoma”.

Ha aperto così la conferenza stampa di presentazione di Buonissimi la presidente dell’Associazione Oncologia Pediatrica e Neuroblastoma Open Onlus, Annamaria Alfani, la quale – assieme ad un importante parterre – ha dato il via ufficialmente al conto alla rovescia per la seconda edizione di Buonissimi.

Nel Salone del Gonfalone a Salerno, infatti, sono intervenuti anche il primo cittadino di Salerno, Vincenzo Napoli, l’assessore alle Politiche Sociali, Nino Savastano, il dottorMario Capasso, ricercatore dell’Università degli Studi di Napoli Federico II e Maria Marinelli per la Fondazione Giuseppe Marinelli.

Siamo riconoscenti alle Onlus impegnate in questo progetto”, ha sottolineato Vincenzo Napoli, “che svolgono una funzione sociale alta, dobbiamo tutti contribuire affinché la ricerca non venga lasciata sola, i risultati nel campo oncologico sono confortanti”.

In programma il prossimo 18 giugno – a partire dalle ore 20:30 – presso Rocce Rosse del Lloyd’s Baia Hotel a Vietri sul mare (SA), l’evento di beneficienza è sostenuto dalla Fondazione Pino Daniele Trust Onlus e dalla Fondazione Marinelli.

Durante l’edizione 2017 sono stati raccolti 58 mila euro, grazie ad oltre 100 artigiani del gusto, stavolta un altro piccolo esercito realizzerà una serata unica in nome del progetto di ricerca in oncologia pediatrica della Open Onlus.

Il fil rouge, anche quest’anno, sarà il buon cibo, accompagnato dalla musica dellaCompagnia di Canto Popolare, del Rock Fun Show di Marco Biondi (from Pop New Tv) e Pf Colombi da Radio Virgin e dalla preziosa presenza di un ambasciatore come lo speaker di Radio Kiss Kiss Pippo Pelo.

Per noi che organizziamo l’evento, Buonissimi è diventato il leitmotiv di una buona parte dell’anno. Coordinare e far sì che sia sempre all’altezza delle aspettative degli ospiti, degli chef e dei produttori è sempre una bella sfida. Quest’anno si è voluto dare il tema del “Mediterraneo che unisce” coinvolgendo le eccellenze delle regioni Puglia e Sicilia che con entusiasmo hanno risposto al nostro invito”, hanno raccontato le coordinatrici di Buonissimi, Paola Pignataro e Silvana Tortorella.

Un tema importante, dunque, e di grande respiro quello del Mediterraneo, inteso come culla di sapori, odori e gusti condivisi e condivisibili. Un tema che strizza l’occhio alla“cucina del benessere”, ovvero a quell’approccio che guarda al cibo come un’opportunità in più per star bene.

Gli artigiani del gusto di Buonissimi 2018:

Ristoranti:

Rendez Vous, 13 Salumeria e Cucina, Acquapazza, Agriturismo Valle Ofanto, Al Convento, Bifulco Bontà dal 1947, Bifburger, Bikini, Casa Rispoli, Cetaria, Crub, Degusta, Del Golfo, Emozionando, Evù, Gerani, Deposit0 Ristorante Contemporaneo, Il Ghiottone, Il Pacchero, Osteria La Bifora, La Cantinella sul mare, La Taverna del mozzo, Lloyd’s Baia Hotel, Locanda Rei Restaurant, Madìa, Masseria Guida, Masseria Roseto Cotroneo, Marina Yacthing, Oste e cuoco, Osteria Al Paese, Osteria Casale Ferrovia, Pascalò, Pastabar Leonessa, Pensando a te, Pescheria, Piovono zucchine, Punta Scutolo, Rosolino Corner, Taberna del Principe, Terrazza Fiorella, Triglia, Villa Chiara Orto&Cucina, Al Fogher.

Ristoranti senza glutine:

L’Agliara, Morgana Risto Pub.

Ristoranti stellati:

Antica Osteria Nonna Rosa, Casa del nonno 13, Il Buco, Il Mosaico Hotel Terme Manzi, Il Papavero, Il Pievano, Il Refettorio, La Capinera, Le Trabe, Osteria Arbustico, Osteria Già sotto l’arco, Palazzo Petrucci, Piazzetta Milù, President, Re Maurì, Il Comandante, Torre del Saracino, Veritas, Tenuta San Domenico.

Pizzerie:

Il Giardino degli Dei, 450 gradi, Carmnella, Da Zero Pizza e Territorio, Daniele Gourmet, Gorizia 1916, Madia, Pignalosa, Resilienza.

Pizzerie senza glutine:

O’ Pazzariello, Sara Palmieri.

Fritti e Sfizi:

Pellone, Agriturismo Corbella, Luigi Cippitelli, Olio&Pomodoro, Umbriaco Tavola Calda e Bottega.

Pasticcerie e Pasticceri:

Aliberti, De Vivo dal 1956, Mamma Grazia, Mignon, Antica Dolceria Pantaleone, Pepe Mastro Dolciere, Romolo, Sirica, Vignola, Dolciarte, Di Dato, Pansa.

Pasticcerie senza glutine:

Arienzo Senza Glutine.

Gelaterie:

Giallo Limone, Mr. Whippy, Citrus, La Compagnia del Gelato.

Bar&dintorni:

Emanuel Cafè, White Bar, Club Sigaro Toscano.

Ortofrutta:

Ortofresco Sabatino.

Aziende:

Brodo, Azienda Agricola Tenuta Chirico, Amaro Penna, Caciocavallo Impiccato, Mediterranea Olive, Società Agricola La Malvizza, Agriovo, OP Altamura, Accademia Trucillo, Alma de Lux Artigiani del gusto, Il Mondo senza glutine, Impresa Agricola Berolà, Casa Madaio, Casa del Parmigiano, Cillo Grill&Barbecue House, Il Salumaio Salumeria.

Panifici:

Malafronte, I Fornai, Mulino Bencivenga.

Frantoi:

Azienda Maria Manuela Russo, Azienda Agricola Trama, Frantoio Marsicani, Frantoio Torretta.

Birra:

Associazione Birra Campania, Matà-Craft Beer, Birra Valsugana.

Vino:

Consorzio Vita Salernum (Albamarina, Azienda Agricola Botti Carmine, Aziende Agricola Cicalese, Mila Vuolo, Casula Vinaria, Luigi Maffini, Luna Rossa Vini e Passione, Marisa Cuomo, Montevetrano, Verrone, Vini del Cavaliere), CON(SENSO)wine (Cantina Tagliafierro, Viticoltori Lenza, Tenute del Fasanella), Le Donne del Vino (Cerrella, Le Vigne di Raito, Terredora, Tenuta Cavalier Pepe, Cantine Martusciello), Azienda Agricola San Giovanni, Cantina Barone, Cantine Garofano, Cardone, Casebianche, Conti di Zecca, Orestiadi, Profragri, Rocca del Principe Barbot, Santacosta – Don Andrea, Sertura, Borgodangelo, Cantine Ciù Ciù, Adelina Molettieri, Cantine Risveglio, Cardosa, Filadoro, Gorghi Tondi, Regina Viarum, Tenuta Macellaro, Consorzio di Sicilia (Feudo Luparello), Nardone, Andreola, Cantine del Taburno, Bellaria.

 

Pizz’Art … perché ogni pizza è un’ opera d’arte

Pizz'Art

Ai piedi del Monte Somma, nel cuore del Parco Nazionale del Vesuvio, dopo un pit – stop durato qualche anno ed una gestione totalmente rinnovata è tornato in pista a San Giuseppe Vesuviano, “Il Falangone”, realtà storica della provincia vesuviana. Un’imponente struttura sviluppata su tre livelli (ristorante/pizzeria, club house e terrazza), circondata dalla terra rossa dei campi da tennis con alle spalle, un panorama mozzafiato. Un ambiente luminoso ed elegante, ma allo stesso tempo flessibile ed aperto a soddisfare le esigenze di una clientela sempre diversa.

Una squadra, quella di cucina, pizzeria e sala, volutamente composta da un team giovane e dinamico, mosso dalla volontà di fare una buona cucina nel rispetto della tradizione, ma con l’occhio strizzato all’innovazione.
Due napoletani ed un siciliano ai fornelli: Vincenzo Ruggiero (sezione antipasti), Alfonso Pepe (sezione primi piatti) e Alessio Galati (secondi piatti) ed un napoletano verace, Nunzio Marino al comparto pizza.
Giovedì 14 Giugno, alle ore 20.30, Nunzio Marino, ultimo arrivato nella nostro team, si presenterà e presenterà una degustazione di sue creazioni. Diverse versioni, partendo dai grandi classici della tradizione napoletana e fino ad arrivare agli azzardi del gourmet e dell’innovazione.
Un menù a sorpresa con vini in abbinamento che rimandano direttamente alla produzione territoriale.

Materie prime d’eccellenza e giochi di impasti. Sperimentazioni e combinazioni diverse perché per Nunzio, ogni pizza è un’emozione, un capolavoro. Ogni pizza, è un’opera d’arte.
In attesa di conferma di partecipazione, ringraziamo.

Il Falangone
Via Alveo Falangone
San Giuseppe Vesuviano (Na)
Tel. 081 529 8990 – 3938760295