Al Castello di Limatola una serata di gala per festeggiare i 41 nuovi Discepoli di Escoffier

Discepoli di Escoffier

Nell’incantevole scenario del castello medievale di Limatola, in provincia di Benevento, martedì 24 ottobre, dalle ore 19, si svolgerà la cerimonia di intronizzazione del nuovi iscritti all’Ordine Internazionale dei Discepoli d’Auguste Escoffier. Saranno prima investiti del prestigioso titolo coloro che l’Associazione Internazionale ha accettato in base ad un’attenta valutazione dei loro curricula; seguirà una serata conviviale con una luculliana cena. La presentazione dell’intero evento è stata affidata a Romina Sodano, ormai affermata conduttrice, nonché grande esperta di enogastronomia (sono suoi i progetti della scuola di cucina “Mise en place” e de “I luoghi del Vino”), sommelier, project manager dell’agenzia Napoli Progress e madrina del sodalizio.

Per una sera il magico castello accoglierà il top dei maestri della cucina: da quelli già Discepoli di Escoffier ai nuovi, che il vertice internazionale, nazionale e locale dell’Ordre International des Disciples d’Auguste Escoffier - ovvero il Segretario Generale, Bernard-Louis Jaunet, unitamente al Presidente Nazionale italiano Francesco Ammirati, al Segretario Generale per l’Italia Antonio Torcasso, ed al Presidente e al Segretario campani, rispettivamente Nicola Di Filippo e Felice Franzese - intronizzerà. I nuovi discepoli, pronunciando la storica frase “Giuro di trasmettere, servire e onorare la cucina, la sua cultura e la sua continua evoluzione” assumeranno così l’incarico e l’impegno a rispettare lo spirito dell’Ordine di Escoffier. I 38 neo eletti chef (altre 3 fasce sono riservate a personalità che si sono prodigate per dare maggior lustro al sodalizio), diventeranno i continuatori della storia del più grande cuoco del mondo, Auguste Escoffier, definito “cuoco dei re, re dei cuochi”.

Nicola Di Filippo e gli atri discepoli sono gli artefici di una cucina che valorizza i prodotti naturali e di eccellenza nella loro naturalezza e bontà offrendo cibi gustosi e salutari, che raccontano il territorio ove vengono consumati. Proprio come riteneva Auguste Escoffier: “l’arte culinaria deve essere praticata con semplicità, valorizzando sapore e nutrimento dei cibi”. Infatti il celebre cuoco nelle sue ricette conciliava l’antico con il moderno, studiando prima i ricettari di Antoine-Marie Carême (1784-1833, cuoco e pasticcere parigino) per poi armonizzarne le ricette alleggerendo le salse e semplificando i piatti che spesso avevano forme monumentali.

Oltre all’ospitalità per l’evento offerta da Pina Martone, conduttrice della bellissima struttura, ed alla disponibilità dell’Executive Chef del ristorante del Castello  Giuseppe Spina, Discepolo di Escoffier che farà degustare agli ospiti della serata le sue leccornie, contribuiranno all’iniziativa: l’azienda vinicola Annarumma di Boscoreale (la Falanghina spumantizzata “Bomba d’Amore” sarà servita durante l’aperitivo); i vini del marchio di controllo Du Pont de Nemours Italiana S.r.l. “Falerno del Massico”, IGT Campania Rosso – Serena”,  “IGT Roccamonfina Rosso – Fiona”; i vini “Greco di Tufo” e “Taurasi” dell’azienda Calafè (Lapio); il Panificio “Dolce Pane” di Sant’Anastasia (NA); l’Industria carni “Gargiulo”; la “Porchetta D’Alterio” di Ariccia; i prodotti di “Carmeniello U Mozzarellaro” di Brezza (CE); “Pastantica” di Antonio Prevete di Cimitile (NA); l’inconfondibile Nucillo artigianale “’E Curti” di Sant’Anastasia; i Confetti e il Cioccolato “Papa”; la Pasticceria e Cioccolateria “Capriccio”; e l’Abbigliamento professionale Chef  “Goeldlin”.

 

Città del gusto Napoli presenta “Tre Bicchieri 2018”

TRE BICCHIERI 2018 - Città del gusto Napoli

Napoli ospita per il settimo anno consecutivo l’evento più importante dedicato ai

top wines italiani premiati TRE BICCHIERI dal Gambero Rosso

Martedì 24 ottobre Città del gusto Napoli animerà la città con l’evento più atteso per gli appassionati e stimatori dal mondo vitivinicolo, suggellando ancora una volta la sinergia con la città e celebrando la pubblicazione della Guida Vini d’Italia 2018 che premia i migliori vini della Penisola e quest’anno celebra i trentuno anni di età.

La Guida Vini d’Italia è la più autorevole e nota pubblicazione di settore che ogni anno assegna gli ambitissimi “Tre Bicchieri”, garanzia di eccellenza produttiva e simbolo di qualità dei vini italiani.

L’evento avrà luogo nell’esclusivo Palazzo Caracciolo MGallery By Sofitel dove l’antica arte enoica italiana si fonderà con la bellezza architettonica di una delle location più prestigiose del capoluogo campano.

Tre Bicchieri Napoli si conferma come l’appuntamento più importante del panorama vitivinicolo campano dove, in un’unica serata, i migliori produttori di vino potranno confrontarsi e far conoscere prodotto e azienda attraverso un esclusivo parterre di etichette.

Alle ore 19.00 l’evento si apre al pubblico dei wine lovers con un viaggio tra le eccellenze dell’Italia enologica abbracciando grandi spumanti, vini rossi, vini bianchi e da dessert premiati nella Guida Vini d’Italia 2018 e presentati nei banchi d’assaggio curati da produttori e AIS Campania.

Tre BicchieriNapoli non è solo vino. Le eccellenze vinicole saranno abilmente abbinate ai momenti dedicati al food, sia dolce che salato, per offrire una serata all’insegna del gusto e della convivialità; grandi chef, pizzaioli premiati dal Gambero Rosso, maestri panificatori come Massimiliano e Daniele Malafronte, Gigi Muroli di Sogni di Latte, il pizzaiolo Michele Croccia tra gli insegnanti della Gambero Rosso Food&Wine Academy ed esperti dell’arte dolciaria napoletana come il maestro Mario Di Costanzo.

La serata vedrà la partecipazione di altri grandi interpreti premiati nelle guide del Gambero Rosso: lo Chef Executive Marco C. Merola, di Hackert a Caserta, nuovo premiato Tre Chicchi e Tre Tazzine secondo la guida Bar d’Italia del Gambero Rosso, condurrà i partecipanti verso un’esperienza sensoriale fatta di cioccolato e praline.  I giovani fratelli Di Lelio della Pizzeria Sancho di Fiumicino, nuovo premio Tre Rotelle nella guida Pizzerie d’Italia 2018 del Gambero Rosso, delizieranno il pubblico presente con la loro creazione di punta: una pizza speciale con porchetta in crosta di patate. Tra i protagonisti di Tre Bicchieri lo chef contadino Pietro Parisi di “Era Ora” a Palma Campania, portavoce dell’imprenditoria locale e ricercatore degli autentici sapori del territorio è tra i premiati del Gambero Rosso per aver fatto della tradizione culinaria un punto innovativo da scoprire.

Direttamente in anteprima solo per l’evento Tre Bicchieri 2018, ci sarà la presentazione del nuovo modello automobilistico di casa Porsche tutto da scoprire.

A sugellare la serata, le atmosfere lunari realizzate dal DjSet internazionale Lunare Project, con special guest in consolle Roberto Barone, art director di Radio Yacht.

“Un evento che celebra la ricchezza produttiva di alta qualità del nostro Paese – afferma Serena Maggiulli – e che conferma il ruolo strategico di Città del gusto Napoli come importante player in Campania e nel Sud per la diffusione della cultura del cibo e del vino”.

L’evento Tre Bicchieri 2018 è a posti limitati e quest’anno sarà possibile partecipare tramite prenotazione o acquisto preventivo del biglietto di ingresso sul sito: https://goo.gl/onVDE8

Ingresso al pubblico:
35 euro
30 euro per Soci AIS, FISAR, ONAV e Wine club convenzionati con la Città del Gusto Napoli

Informazioni e prenotazioni:
Napoli Tel. 0813119800-15-13
email: eventi.na@cittadelgusto.it

Le aziende ad oggi partecipanti all’evento Tre Bicchieri sono:

FERGHETTINA
LEONILDO PIEROPAN
VENICA & VENICA
MARISA CUOMO
MONSUPELLO
CANTINA PRODUTTORI VALLE ISARCO
FEUDI DI SAN GREGORIO
VILLA RAIANO
CASALE DEL GIGLIO
NANNI COPE’
DONNA CHIARA
ALOIS
FATTORIA LA RIVOLTA
VELENOSI
CANTINE LUNAE BOSONI
LA GUARDIENSE
TENUTA SAN LEONARDO
TIARE – ROBERTO SNIDARCIG
DI MEO
LEONE DE CASTRIS
LE VIGNE DI ZAMÒ
CANTINA ZACCAGNINI
CANTINE DI MARZO
IL FEUDUCCIO
MASI
LA SIBILLA
LA VRILLE
AGNANUM
FONZONE
FELLINE
COLLI DI LAPIO
CONTRADE DI TAURASI
FONTANAVECCHIA
TERRE STREGATE
SAN SALVATORE 1988
BARONE PIZZINI
PIEVALTA
ELENA FUCCI
MUSTILLI
GIORGI
BALLABIO
FIRRIATO
COLLE DUGA
SEDILESU
JERMANN
FEUDO MACCARI
CASEBIANCHE
FERRARI
UMANI RONCHI
DAMIJAN PODVERSIC
BASILISCO
CANTINE SETTE SOLI
SPINELLI
SPERI
MAROTTI CAMPI
I FAVATI

Guido Sparaco tra i big della pasticceria all’Host di Milano con D’Avino Zucchero

Guido Sparaco

Porterà la rivisitazione del suo dolce “Ficus” con gli zuccheri aromatizzati

Da Castel Morrone a Milano, un viaggio che porterà il giovane e bravo pasticciere Guido Sparaco a far conoscere il “Ficus”, un dolce realizzato con il fico d’India della sua terra, all’Host 2017, la fiera internazionale più rappresentativa ed importante del settore Ho.Re.Ca. che si svolgerà dal 20 al 24 ottobre.

Una grande occasione che nasce con la D’Avino Zucchero, azienda campana leader nella trasformazione e distribuzione di zuccheri che si diversifica nell’offerta per l’eccellente qualità dei prodotti. Guido, insieme ad alcuni dei big della pasticceria nazionale tra cui spiccano i nomi di Sabatino Sirica, Massimo Pica, Carmine Menna, Armando Palmieri, Manuela Taddeo, Barbara Borghi e molti altri ancora, sarà ospite presso lo spazio espositivo D’Avino (Padiglione 10 – Stand H76), dove si cimenterà in una dimostrazione pratica del suo dolce Ficus rivisitato con gli zuccheri aromatizzati prodotti dall’azienda napoletana.

Accompagnato dalle sue collaboratrici, la sorella Luisa mâitre chocolatier diplomata all’Accademia Maestri Cioccolatieri Italiani di Belluno e la compagna Francesca Massi che si diletta con l’arte del cake design, preparerà dal vivo, spiegando le diverse fasi di lavorazione e raccontando la sua storia, il dolce con cui vuole valorizzare il territorio morronese ricco di fichi d’India: una vera e propria riproduzione del frutto, opera di una delicata attività artigianale e di ingegno, con la base composta da un croccante alla mandorla su cui si adagia un delicato ed equilibrato cremoso al fico d’India al cui interno troviamo un fresco geleè, il tutto ricoperto da una glassa a specchio di colore arancio.

L’Host di Milano rappresenta un’importante esperienza per il giovane artigiano che si è formato nella pasticceria di famiglia fondata dal papà Nicola, che proprio quest’anno ha festeggiato i trent’anni di attività, e presso la più prestigiosa ed accreditata scuola di formazione professionale  del centro Sud-Italia “Dolce&Salato”, dove ha approfondito le basi e le tecniche della pasticceria tradizionale, classica, francese e moderna con maestri di fama internazionale.

Gloria mundi, una birra giovane ma con radici antiche

copertina-gloria-mundi

Gloria Mundi è una birra artigianale prodotta dal 2014, ma che nasce da una ricetta antica, che il Visconte Edoardo di Montebello apprese dai frati benedettini della Bassa Lorena.

Il Visconte morì prima di realizzare il suo sogno di produrre in Italia e far conoscere la sua birra. Grazie però ai suoi scritti conservati nella biblioteca di famiglia, due discendenti con la collaborazione di un mastro birraio belga hanno data vita a quel sogno.

Le birre Gloria Mundi hanno una forte e chiara impronta belga, ma al contempo radici marchigiane. Sono infatti prodotte con acqua delle fonti del Monte Nerone, situate sull’Appennino umbro-marchigiano e malto ottenuto dall’orzo coltivato sulle colline marchigiane.

Sono caratterizzate da alta fermentazione (Ale), rifermentazione naturale in bottiglia ed una lunga maturazione (60 giorni). L’alta fermentazione, con l’aggiunta di lieviti (Saccharomyces cerevisiae) che lavorano a temperature elevate, comprese tra 15 e 25°C, conferisce una gradazione alcolica più elevata ed un sapore più fruttato ed aromatico rispetto alle Lager. La lunga maturazione consente di sviluppare una gasatura naturale ed una profumazione intensa.

La Rossa, vincitrice della medaglia d’oro nella sua categoria al World Beer Awards 2017 di Londra, è una dubbel, dal gusto dolce, con profumi ed aromi di frutta e caramello, da abbinare a ragù, carni rosse, formaggi erborinati o a fine pasto per accompagnare il dessert. Grado alcolico vol. 8%.

Gloria Mundi Rossa

La Bionda,  vincitrice della medaglia d’argento nella sua categoria al World Beer Awards 2017 di Londra, è una tripel, profumi ed aromi di frutta gialla e spezie, dal gusto equilibrato, da abbinare a carni bianche, formaggi stagionati, pesce, crostacei e fritture. Grado alcolico vol. 8,5%.

Gloria Mundi Bionda

Gloria Mundi è presente in questi giorni a Milano Golosa (dal 14 al 16 ottobre), e in vista del periodo natalizio, sta presentando in anteprima il panettone artigianale con uva passa e albicocche ubriache alla birra Rossa, in collaborazione con il pasticciere Francesco Guida di Antica Osteria Nonna Rosa a Vico Equense (Na).

Gloria Mundi

Via guazzi, 24/A
Serrungarina (PU)
www.gloriamundi.it

cell. 3319584444
email: info@gloriamundi.it

“Uno … Due … Tre … STELLA!!”

“Uno … Due … Tre … STELLA!!”

Venerdì 20 ottobre ore 20.30 presso Villa Trabucco di Torre del Greco (NA), si svolgerà “Uno … Due … Tre … STELLA!!”, cena-evento con l’eccezionale partecipazione di tre chef stellati campani.

L’executive chef Fabio Ometo e lo chef Antonio Borriello in collaborazione con lo chef Antonio Tecchia, ospiteranno nelle cucine della meravigliosa struttura del ’700 situata tra il Vesuvio e il golfo di Napoli, gli chef  Stella Michelin: Paolo Gramaglia del Ristorante President di Pompei, Giovanni De Vivo del Ristorante Il Mosaico di Ischia e Peppe Aversa del Ristorante Il Buco di Sorrento.

Le antiche cantine di Villa Trabucco accoglieranno gli ospiti con deliziosi Finger-food di benvenuto realizzati dallo Chef Antonio Borriello in abbinamento a vini spumante, si passerà poi alle sale ai piani superiori per la cena, che sarà allietata dalle note del pianoforte.

“Uno … Due … Tre … STELLA!!” è organizzata in collaborazione con Angela Merolla, che introdurrà e modererà la serata.

Cena che permetterà di delineare le espressioni delle individuali filosofie di cucina; ogni chef presenterà il suo piatto agli ospiti di Villa Trabucco, raccontandone l’ispirazione, la tecnica adottata e l’amore nel creare il piatto perfetto, quello che ancora può emozionare i sensi.

Menu

Chef Antonio Borriello

Aperitivo – finger food:

- Violetta di mare, la mortadella e il croccante su passatina di zucca al peperoncino
- Grattachecca di bollicine con tartufo di mare e la sua schiuma al sentore di limone
- Simbiosi … il cannello e l’asparago in panino ai cereali con provola e lattughino

Vini Spumante in abbinamento:

Tenuta Cavalier Pepe Luogosano (AV)
Oro Spumante – Metodo Martinotti da uve autoctone a bacca bianca
Oro Rosè – Metodo Martinotti da uve autoctone a bacca rossa

Chef Stella Michelin Paolo Gramaglia

“La Satura”

Zuppetta fredda di farro, orzo, bacche di goji, mirtilli rossi, passion fruit e gamberi rossi del Cilento

Vino in abbinamento:

Castello di Buttrio - Buttrio (UD)
Sauvignon Doc Friuli Colli Orientali annata 2016

Chef Stella Michelin Giovanni De Vivo

“Uovo a 62°, il Provolone del Monaco e il Mare”

Uovo cotto a 62° su fonduta di Provolone del Monaco con calamaro, alici di Cetara e caviale di tartufo nero

Vino in abbinamento:

Cantine Cennerazzo  Torrioni (AV)
Greco di Tufo DOCG annata 2015

Chef Stella Michelin Peppe Aversa

“Linguina con scorfano marinato a limone, salsa di bottarga e pomodoro secco”

Vino in abbinamento:

Cantine Fontanarosa Frasso Telesino (BN)
Rosato Sannio Aglianico DOC annata 2015

Chef AntonioTecchia

“La lampuga … consistenze e sapori”

- Il tortino di broccoli e patate, sfoglie di pesce e schiuma di caciocavallo
- Il crudo, salsa di sedano, chips croccanti di riso e cozze
- L’arancino, su zabaione di cuori di mare

Vino in abbinamento:

Castel Sallegg Caldaro (BZ)
Pinot Nero Doc Alto Adige annata 2016

Chef Fabio Ometo

Babà”

Cuore di bufala al profumo di limone

Degustazione cioccolato Baltom Blend 75% e Single Origin Carenero 80%

Liquore: Amarè - Distilleria Petrone Mondragone  (CE)

Amaro di erbe, piante e agrumi provenienti dall’orto botanico della Reggia di Caserta

Mastro Panificatore Filippo Cascone Lettere (NA)

Tris di panini: mirtillo, saccottino, segale e limone

Mastro Panificatore Domenico Fioretti Carinaro (CE)

Grissini artigianali:sesamo, finocchietto, curcuma

Crackers artigianali

Partner:

AIS - Delegazione Comuni Vesuviani

Istituto IISSS “Eugenio Pantaleo” di Torre del Greco (NA)

Allievi delle classi III A – III B – III C IPSEOA (indirizzo enogastronomico e ospitalità alberghiera, in supporto delle attività di cucina, sala e ricevimento).

Pastificio Arte & Pasta di Boscoreale (NA)

Consorzio di tutela provolone del Monaco Dop

Frantoio Muraglia (BT) – Olio extravergine di oliva – Coratina

Eurofish Napoli Srl – Prodotti ittici di pesca in mare, laghi, fiumi

Lineablu CSM – Centro Spedizioni Molluschi (NA)

Az. Agricola Sammartino Giulio Selezione erbe aromatiche (NA)

Baltom – Cioccolato artigianale (MI)

TICKET DI PARTECIPAZIONE: euro 70 (vini inclusi)

Prezzo per la sola giornata promozionale
Ingresso su prenotazione

PER INFO E PRENOTAZIONI:

Villa Trabucco Relais
Via Giacomo Leopardi 3
Torre del Greco NA
Cell. 335 627 36 67
Cell. 320 861 98 20